Lettura: 6 minuti

Stanchi delle solite mete? Siete già stati a Budapest ma avete voglia di vedere qualcosa di diverso? Abbiamo quello che fa per voi:  il museo ferroviario di Budapest (il Magyar Vasúttörténeti Park)!

La storia del museo

I lavori per la realizzazione del Museo Ferroviario Ungherese sono iniziati il 22 novembre 1999, sul sito dell’ex deposito di Budapest Nord delle Ferrovie dello Stato Ungheresi (MÁV). Il progetto è stato completato in meno di otto mesi, grazie ai finanziamenti del Ministero dei Trasporti e delle Vie d’Acqua. L’inaugurazione è avvenuta il 14 luglio 2000. È il primo museo ferroviario interattivo d’Europa, che espone oltre un centinaio di veicoli ferroviari e attrezzature di varie età (il pezzo più vecchio risale a 120 anni fa, mentre il più recente a 30!) su un sito di oltre 70.000 mq.

Cosa vedere al museo dei treni di Budapest

Tra i gioielli custoditi in questo museo si può ammirare una locomotiva a vapore costruita nel 1870 e il leggendario vagone ferroviario Árpád, costruito nel 1934, che ha viaggiato da Budapest a Vienna in poco meno di tre ore. 

La flotta è composta da cinquanta motori, dodici operativi e trentotto restaurati esteticamente, oltre a un’ampia gamma di materiale “rotabile”: automotrici, carretti a mano, carrozze di ispezione, gru a vapore, spazzaneve e altre curiosità.

Locomotiva a vapore esposta nel museo
Locomotive a vapore esposta nel museo

Le mostre interattive disponibili nelle sale espositive, come anche i modellini plastici (di cui uno allestito proprio all’ingresso del museo all’interno di un vecchio vagone) accompagnano i visitatori attraverso la storia delle ferrovie ungheresi, dai motori a vapore degli anni 1870 ai potenti motori elettrici di oggi. Molti dei veicoli in esposizione sono ancora funzionanti e utilizzati nei nostalgici viaggi in treno organizzati da MÁV Nosztalgia Ltd in Ungheria e all’estero.

La punta di diamante di questa flotta vintage è l’elegante carrozza ristorante in teak costruita per l’Orient Express nel 1912.

Dettaglio della carrozza ristorante in teak costruita per l'Orient Express
Dettaglio della carrozza ristorante in teak costruita per l’Orient Express

Un museo non solo da guardare

I visitatori non solo possono ammirare le vecchie macchine: possono anche provarle!

Possono guidare un motore a vapore, viaggiare in un’auto convertita per rotaie, azionare un carrello a mano, andare sulla piattaforma girevole e sul tram a cavallo. Il simulatore del motore offre un’esperienza virtuale di guida del più potente motore ferroviario elettrico ungherese: utilizzerete l’equipaggiamento originale, sfrecciando lungo il percorso ferroviario che metterà alla prova il vostro senso dell’equilibrio. 

Il museo è immerso all’interno di un bellissimo parco. Potrete godervi il panorama, rilassarvi sorseggiando bevande fresche sulla terrazza del Nostalgia Café, l’unico punto di ristoro del museo.

Coloro che desiderano portare a casa un ricordo delle esperienze e l’atmosfera del museo possono scegliere tra souvenir ferroviari, cartoline e libri nel Nostalgia Shop.

Nostalgia Cafè
Nostalgia Cafè

Le attrazioni del museo ferroviario di Budapest

Chi ha uno spirito avventuroso può “guidare” un motore diesel a vapore o vintage all’interno del museo. Per prima cosa un macchinista esperto vi spiegherà come utilizzare i comandi di controllo del motore e poi vi supervisionerà mentre guiderete avanti e indietro lungo una pista lunga 800 m. Al termine, riceverete il diploma di “Honorary Engine Driver”.

(Vi consigliamo di telefonare in anticipo per sapere quale motore sarà in funzione).

Macchina manutenzione
Macchina per la manutenzione su rotaia

I visitatori non solo possono ammirare il carretto a mano esposto nel Museo, ma possono anche provare a farne funzionare uno su una pista lunga 400 m. Anche in questo caso, dopo la corsa, ogni partecipante riceverà un certificato rilasciato a suo nome.

I più piccini apprezzeranno molto la Garden Railway o Ferrovia da Giardino, un trenino in miniatura su cui potranno salire insieme ai loro genitori e percorrere il lungo un percorso di 850 metri con tre passaggi a livello.

Il treno in miniatura ricalca il funzionamento delle vere ferrovie, le carrozze sono trainate da motori in scala di un ottavo.

Dove si trova il museo e come raggiungerlo

Il museo si trova nella periferia di Budapest. L’indirizzo è il seguente:

Magyar Vasúttörténeti Park
Budapest, XIV. kerület, Tatai út 95.
Tel.: (+36 1) 450-1497

Si può raggiungere in diversi modi:

  1. Treno della linea Esztergom (n. S72) dalla stazione di Budapest Nyugati opera solo il sabato e la domenica da aprile a ottobre. Orari di partenza: 10:20, 11:20, 13:20. 
  2. Un treno navetta diesel d’epoca collega la stazione Nyugati di Budapest e il museo, aggiungendo più divertimento alla visita e garantendo un facile accesso.
  3. Autobus n. 30: partenza dalla stazione ferroviaria di Keleti o Újpest Központ e n. 30 / A (scendi a Rokolya utca e cammina per due isolati a est) Autobus n. 120: dal lato Pest del ponte Árpád (scendere a Reitter Ferenc utca)
  4. Tram n. 14: partenza da Lehel tér; scendere alla fermata “Rokolya utca”
  5. Auto: parcheggio in loco custodito e gratuito
  6. Bicicletta: il Museo si trova lungo una pista ciclabile e dispone di parcheggio gratuito per biciclette.

Costo del biglietto e orari

I prezzi variano in base alle fasce d’età e i bambini da 0 a 3 anni entrano gratis.

Il costo del biglietto d’ingresso per gli adulti è invece di 1.200 HUF / persona (ad oggi 3,40 euro)

Biglietto famiglia (2 adulti + 2-4 bambini) 3.000 HUF / famiglia (8,40 euro)

Le attività interattive hanno un costo a parte. Per esempio:

  • Guidare un motore diesel o a vapore (1-4 persone) costa dai 1.200 ai 2.000 HUF a seconda del tipo di motore e dei giorni in cui viene organizzato (solo il fine settimana o giornate degli eventi speciali)
  • Salire sulla piattaforma rotante (scambio ferroviario) HUF 300 / persona
  • Fare un giro sul tram trainato da un cavallo HUF 400 / persona (solo giorni di eventi speciali)
  • Salire sul trenino in miniatura Garden Railway  HUF 600 / persona

Il Museo Ferroviario Ungherese è aperto da Maggio a Novembre dal martedì al sabato dalle 10 alle 18, la domenica fino alle 17. Lunedì è chiuso.

Le attrazioni sono aperte dalle 10 alle 16.

Le nostre conclusioni sul museo di Budapest

Il museo ferroviario ungherese è il posto ideale per trascorrere una giornata spensierata, diversa dal solito, che vi permetterà di approfondire la storia dei trasporti su rotaia, divertendovi.

Il punto di forza del parco è sicuramente il prezzo (molto contenuto). Le attività per i bambini sono parecchie ma, a parte il trenino dedicato proprio ai più piccini, sono tutte esperienze che anche un adulto può trovare divertenti. È quindi un luogo assolutamente adatto a tutta la famiglia e ovviamente consigliato agli amanti dei treni d’epoca e non solo.

Insomma, se avete voglia di visitare un museo a Budapest alternativo, il Magyar Vasúttörténeti Park fa proprio per voi!

Per maggiori informazioni vi lasciamo il collegamento al sito ufficiale del museo http://www.vasuttortenetipark.hu/en (disponibile in lingua inglese). Il Railway Museum è pet friendly, significa che potrete visitarlo con il vostro cagnolino. Per conoscere in quali altri posti della capitale ungherese potete portare il vostro fedele amico a 4 zampe, vi invitiamo a leggere Visitare Budapest con il cane. Se oltre ai treni siete interessati ai mezzi di trasporto in generale, poco distante da Budapest, a Szentendre è possibile visitare il museo dei trasporti, dove sono esposti alcuni mezzi storici che venivano impiegati a Budapest, nel passato, dalla società dei trasporti pubblici.

…ciao for now!

Questo articolo ha 2 commenti.

  1. Due Coperti

    Complimenti, bell’articolo 🙂 Vi abbiamo trovato su Travel365 tra le proposte per il mese.

    Anche noi siamo andati a Budapest ma non conoscevamo, né tanto meno abbiamo visitato, questo museo 🙂 Grazie per il consiglio 🙂

    1. Siamo contenti di aver fatto conoscere una parte di Budapest un po’ meno famosa, ma da non sottovalutare!
      Grazie per averci lasciato un commento!

Lascia un commento