• Autore dell'articolo:
  • Categoria dell'articolo:New Mexico
  • Tempo di lettura:18 minuti di lettura
  • Commenti dell'articolo:0 commenti

Benvenuti nel bellissimo White Sands National Park! Se sognate un paesaggio mozzafiato, con dune di sabbia bianca che si estendono per chilometri, allora questo parco è il luogo perfetto per voi. In questo articolo vi forniremo tutto ciò che dovete sapere per organizzare una visita perfetta!

foto panoramica
Ciao, sono Giulia Bean e questo è il mio blog in cui scrivo di Stati Uniti e Islanda, ma anche di borghi fantasma, mete Far West e viaggi pet friendly!
Durante gli on the road organizzati con il mio socio occulto ho imparato sempre qualcosa di nuovo.
Per esempio che anche se si chiama White Sands National Park, le dune di questo paesaggio lunare non sono di sabbia, bensì di gesso! 
Scoprite chi sono e seguite le mie avventure anche su Instagram e Facebook!

Credo fosse uno di quei classici pomeriggi di inverno in cui fuori piove e passi la giornata sul divano, sotto la coperta, cercando qualcosa di interessante su internet, il momento in cui mi sono imbattuta per la prima volta in una foto del White Sands National Park, in New Mexico.

Mi ha subito colpito questa distesa di sabbia bianchissima, un luogo incredibile che volevo assolutamente vedere con i miei occhi!

Ero talmente decisa a visitare il White Sands che ho chiesto al socio occulto di costruirci un viaggio intorno: classico arrivo a Las Vegas con volo da Londra, visita di alcuni parchi USA (Valley of Fire, Zion, Bryce, Antelope Canyon, Monument Valley, Petrified Forest, Canyon de Chelly) e poi giù verso sud, direzione New Mexico e Texas, al confine con il Messico, sfruttando poi l’aeroporto di El Paso per il rientro.

Dalla’Arizona al New Mexico: il nostro arrivo al White Sands

Partiamo alle 8 in punto da Holbrook, in Arizona, con il navigatore che ci da il buongiorno con un incoraggiante “in 650 km you will reach your destination”!

Ci mettiamo in marcia e guidiamo per tutta la mattina, attraversando piccoli villaggi (chiedendoci puntualmente come sia possibile vivere in posti così isolati!) e immense bellissime pianure, talvolta con i cavalli usciti dal recinto di un ranch che correvano con noi sulla strada!

Non a caso il New Mexico è presentato sui cartelli stradali come “Land of Enchantment”!

Incrociamo pochissime auto e ci godiamo il panorama stupendo di questa parte di States, decidendo di fermarci a Socorro per il pranzo (che da Google Maps sembrava uno dei paesi un po’ più grandi tra quelli da attraversare).

Dopo aver fatto benzina imbocchiamo per sbaglio l’entrata della Highway, anziché lo svincolo che porta al paese e così, incanalati in autostrada con prossima uscita a distanza sconosciuta, sprofondiamo un po’ nella depressione causata dalla mancanza di zuccheri. Qualche ora dopo, iniziano a spuntare diversi cartelli con la nostra destinazione: Alamogordo. Lì avevamo prenotato il motel per la notte e soprattutto c’erano molte possibilità per il pranzo. Per fortuna, dato che ci siamo arrivati con una fame da lupi!

Puntiamo sul sicuro quando vediamo l’insegna di Pizza Hut: ci spariamo una pizza gigantesca che ci dà tanta tanta soddisfazione!

E’ pomeriggio quando usciamo dalla pizzeria e mancava solo l’ultima impresa titanica della giornata: immettersi con l’auto con il cambio automatico in strada dovendo attraversare 3 corsie per andare nella nostra direzione di marcia! Come giocare a “the frog”!

Storia e geologia di White Sands

White Sands NP

White Sands National Park è un luogo ricco di storia e geologia affascinante. Una particolarità di questo luogo magnifico riguarda il fatto che queste dune non sono di sabbia, bensì di gesso! Sì, avete letto bene: il nome del parco trae in inganno.

Toccando con mano lo si percepisce nella consistenza che non si tratta di “normale” sabbia ma di qualcosa di più particolare.
Il gesso ha una proprietà: può sciogliersi in acqua e tornare poi allo stato solido quando questa evapora.⠀

Non sono mai stata una grande appassionata di geologia, ma data la bellezza del luogo ho deciso di documentarmi un po’ per capire come si sia potuta formare una cosa così incredibile!

Questa meraviglia della natura si è formata in milioni di anni con l’erosione di antichi strati di gesso che compongono le montagne che circondano il Tularosa Basin, rimanendoci intrappolato.

In origine qui c’era il Lago Otero, che una volta prosciugatosi, ha lasciato questa vasta area di cristalli di selenite. Solitamente il gesso è idrosolubile per questo è raro che si trovi sotto forma di sabbia. A differenza dei cristalli di quarzo, quelli di gesso non si surriscaldano ed è per questo che anche in piena estate si può camminare a pieni nudi!

In seguito alle piogge o allo scioglimento delle nevi, il gesso viene trasportato a valle, dove rimane intrappolato finché l’acqua non evapora con il calore, tornando quindi alla forma solida ed alimentando la formazione delle dune.

Le caratteristiche geologiche di questo luogo fanno sì che questa sia, con i suoi 710 km2, la distesa di dune di gesso più grande al mondo, ed è talmente grande da essere visibile anche dallo spazio!

Le dune bianche sono costantemente in movimento a causa dei venti, creando un paesaggio in continua evoluzione.

Nel parco si possono osservare diverse forme di dune, tra cui dune a barchetta, dune transverse e dune longitudinali. Questa varietà rende il paesaggio ancora più affascinante e unico.

Oggi è possibile scoprire reperti archeologici e antiche tracce di insediamenti umani all’interno del parco. La ricca storia di White Sands aggiunge un ulteriore livello di profondità all’esperienza di visita.

Attività e attrazioni al White Sands National Park

trail al White Sands National Park

L’ingresso al parco costa 25$ a veicolo (o è compreso nella tessera annuale dei parchi).

Una volta entrati nel parco si percorrono alcuni chilometri prima di essere definitivamente circondati dalle dune bianche di questo paesaggio surreale! C’è un’unica strada da seguire con vari punti dove è possibile fermarsi; la parte più bella è sicuramente in fondo alla strada, quando si trovano 5 diversi percorsi di trekking che permettono di avventurarsi (con una bella scorta d’acqua) in mezzo alle dune. Il più semplice è di soli 500 metri, il più famoso è l’Alkali Flat trail, lungo 8 km, che non ci siamo sentiti di affrontare a causa del caldo.

Abbiamo quindi atteso il tramonto passeggiando in questo luogo da favola tra una duna e l’altra. Il parco viene poi chiuso ad una certa ora e tutti devono uscire, tranne chi ha il permesso per il campeggio; i rangers passano con l’auto a sollecitare l’uscita dei visitatori.

White Sands National Park offre una vasta gamma di attività per i visitatori di tutte le età. Una tra le più popolari è l’escursionismo lungo i sentieri che attraversano le dune bianche. Le viste panoramiche e l’atmosfera surreale creano un’esperienza unica nella vita.

Per i più avventurosi, il sandboarding è un’opzione eccitante da provare. Prendete una tavola da sandboard e scivolate giù per le dune come se fossero piste da sci. È un’esperienza adrenalinica che vi farà sentire come dei veri e propri campioni di sport estremi. Alcune dune sono davvero molto alte!

Se preferite una visita più tranquilla, potete semplicemente rilassarvi e godervi il panorama o godervi il tramonto al Sunset Stroll, una passeggiata accompagnata da un ranger tra le dune del parco che termina al calar del sole.

 Il parco offre numerose aree picnic, dove potrete stendervi su una coperta e godervi un pranzo immersi nella bellezza delle dune. Non dimenticate di portare la macchina fotografica per catturare momenti indimenticabili. A questo aspetto ho dedicato un’intero paragrafo!

Fauna e flora a White Sands

flora al white sands national park

Nonostante l’aspetto desertico, White Sands National Park ospita una varietà sorprendente di vita animale e vegetale.

Molte specie di piante sono state in grado di adattarsi a questo ambiente ostile e possono essere viste tra le dune di sabbia bianca. Queste piante sono state in grado di sopravvivere grazie alle radici che si estendono in profondità per reperire acqua.

La fauna selvatica di White Sands è altrettanto affascinante. Potete avvistare diverse specie di uccelli, come il corvo comune e il falco pellegrino. I mammiferi, come i conigli del deserto e le volpi, sono anch’essi presenti nel parco. Se siete fortunati, potreste persino avvistare il raro geco della sabbia, una specie endemica di questa regione.

Mentre esplorate il parco, assicuratevi di rispettare l’habitat degli animali e di non disturbare gli equilibri naturali. White Sands è un luogo speciale che deve essere preservato per le future generazioni.

Il momento migliore per visitare White Sands

white sands national park

Il momento migliore per visitare White Sands National Park dipende dalle vostre preferenze personali e dalle condizioni climatiche. Durante l’estate, le temperature possono diventare molto calde, superando i 38 gradi. Se non siete abituati al caldo intenso, potrebbe essere più piacevole visitare il parco durante i mesi più freschi, come l’autunno o la primavera.

In inverno, il parco può essere coperto di neve, creando un paesaggio ancora più magico. Tuttavia, le temperature possono scendere sotto lo zero, quindi assicuratevi di essere adeguatamente equipaggiati per affrontare il freddo.

Indipendentemente dalla stagione, è consigliabile visitare il parco durante le prime ore del mattino o nel tardo pomeriggio, quando le temperature sono più miti e la luce del sole crea effetti particolari sulle dune di sabbia bianca.

Early Entry e Stay Late

Potete visitare il sito del parco per trovare tantissime informazioni interessanti e curiosità sulle White Sands. Dal sito è inoltre possibile richiedere uno speciale permesso “early entry” o “stay late” per avere accesso prima o dopo l’orario di apertura ufficiale.

Il costo è di 75 dollari per ogni ora prima dell’apertura o dopo la chiusura del parco.

Noi abbiamo sfruttato questa opportunità la mattina seguente, poiché l’orario di apertura era alle 7:00 ma a quell’ora il sole sarebbe già stato oltre l’orizzonte. Così alle 6:00 eravamo al gate d’ingresso e un ranger ci ha fatto entrare. Ci siamo diretti subito al cuore del parco in modo da essere pronti per goderci lo spettacolo dell’alba in assoluta solitudine e scattare qualche foto!

Quella mattina non c’erano nuvole nel cielo, pertanto l’alba ci ha regalato dei colori molto tenui al contrario del cielo infuocato che avevamo ammirato durante il tramonto la sera precedente.

Pianificare una visita a White Sands

cartello white sands np

Prima di visitare White Sands National Park, è importante pianificare attentamente il vostro viaggio per massimizzare l’esperienza. Ecco alcuni consigli ed informazioni utili per organizzare una visita perfetta:

  1. Controllate le previsioni del tempo: prima di partire, assicuratevi di controllare le previsioni del tempo per evitare condizioni estreme o intemperie impreviste.
  2. Indossate abbigliamento adatto: considerate le condizioni climatiche e indossate abbigliamento leggero e traspirante durante l’estate, o abbigliamento più pesante durante l’inverno.
  3. Portate acqua e cibo: all’interno del parco non ci sono punti di ristoro, quindi assicuratevi di portare abbastanza acqua e cibo per tutta la durata della visita, che potete trovare al Visitor Center prima di entrare nel parco.
  4. Proteggetevi dal sole: il sole può essere molto intenso nel deserto, quindi portate con voi cappelli, crema solare ad alta protezione e ripari per proteggervi dai raggi UV.
  5. Seguite le indicazioni del parco: r5ispettate le regole e le indicazioni del parco per garantire la vostra sicurezza e proteggere l’ambiente naturale.
  6. Prendete una mappa del parco prima di iniziare l’esplorazione per orientarvi e pianificare il vostro percorso.
  7. Restate sui sentieri escursionistici segnalati: per proteggere l’ambiente e per evitare di perdersi, rimanete sempre sui sentieri designati all’interno del parco.
  8. Non lasciate tracce: rispettate l’ambiente e portate via tutto ciò che avete portato con voi. Non lasciate tracce di spazzatura o danni alle dune di sabbia bianca.
  9. Rispettate la fauna selvatica: non disturbate gli animali selvatici e mantenete una distanza di sicurezza.

Seguendo questi suggerimenti, sarete pronti per una visita indimenticabile a White Sands National Park.

Campeggio e opzioni di alloggio a White Sands

foto panoramica

Per coloro che desiderano trascorrere più tempo nel parco, White Sands offre diverse opzioni di campeggio e alloggio. Il parco dispone di un campeggio con servizi di base, come bagni e docce. È possibile prenotare un posto nel campeggio in anticipo per garantirsi un posto.

Con il permesso dei Ranger è possibile pernottare in tenda nell’area del Backcountry Camping Trail.

Se preferite un alloggio più confortevole, ci sono anche opzioni di alloggio nelle vicinanze del parco. Le città di Alamogordo e Las Cruces offrono hotel e motel di varie categorie per tutti i tipi di budget. È consigliabile prenotare in anticipo, soprattutto durante i periodi di alta stagione.

Indipendentemente dalla vostra scelta di alloggio, ricordatevi di rispettare l’ambiente circostante e di seguire le regole del campeggio o dell’alloggio per garantire una visita piacevole a tutti.

Alamogordo

Alamogordo NM

Alamogordo è una città molto vivace di 30 mila abitanti (tutti evidentemente sempre in giro in macchina), in mezzo al nulla ma sviluppatasi per la presenza di un’importante base militare americana, strategica per la posizione al confine con il Messico, e del White Sands Missile Range dove vengono effettuati test militari missilistici.

Tenete a mente questo particolare perché ci sono dei giorni in cui non è possibile visitare il parco delle White Sands proprio a causa dei test miliari; è sempre meglio controllare sul sito del National Park Service se sono previste chiusure straordinarie.

Superata la difficoltà e raggiunta la quarta corsia ci dirigiamo verso il Visitor’s Center, iniziando a scorgere in lontananza il bianco accecante delle dune di sabbia. Siamo a metà pomeriggio e c’è un caldo assurdo nonostante sia aprile!

Consigli fotografici per catturare la bellezza di White Sands

white sands

White Sands National Park è un vero paradiso per i fotografi. Per catturare al meglio la bellezza delle dune di sabbia bianca e dell’ambiente circostante, ecco alcuni consigli utili:

  1. Sfruttate la luce del mattino e del tramonto: le prime ore del mattino e le ultime ore del pomeriggio offrono una luce morbida e calda che crea atmosfere suggestive sulle dune di sabbia bianca. Tenete quindi in considerazione l’opzione di early entry e stay late di cui vi ho parlato.
  2. Giocate con le ombre e i contrasti: le dune di sabbia bianca creano interessanti giochi di ombre e contrasti. Sfruttate queste caratteristiche per creare composizioni uniche e dinamiche.
  3. Sperimentate angoli diversi: esplorate il parco da diverse prospettive e sperimentate angoli insoliti per creare immagini originali.
  4. Catturate i dettagli: oltre ai panorami, cercate di catturare i dettagli delle dune di sabbia bianca, come le linee e le texture che si formano sulla superficie.
  5. Fotografate durante le condizioni meteorologiche particolari: le tempeste di sabbia o la neve possono creare condizioni atmosferiche uniche e spettacolari. Sfruttate queste occasioni per catturare immagini straordinarie.

Non dimenticate di essere pazienti. White Sands National Park offre infinite opportunità per scattare fotografie mozzafiato.

Perché White Sands National Park dovrebbe essere nella vostra lista di viaggio

foto panoramica

White Sands National Park è un luogo straordinario che merita di essere visitato almeno una volta nella vita. Le dune di sabbia bianca che si estendono a perdita d’occhio creano un paesaggio surreale e mozzafiato.

Le attività all’aria aperta, la fauna selvatica e la ricca storia del parco offrono una varietà di esperienze per i visitatori di tutte le età e interessi. Che siate amanti della natura, appassionati di fotografia o desiderosi di avventure emozionanti, White Sands National Park vi regalerà momenti indimenticabili.

Preparatevi per un’esperienza unica e immergetevi nella bellezza senza tempo del White Sands National Park. Non ve ne pentirete!

Avevate mai sentito parlare di questo parco? Vi piacerebbe visitarlo?

Tornate a trovarmi nel blog ogni volta avete bisogno di ispirazione e cercatemi su Facebook o Instagram per quattro chiacchiere in real time!

Ciao 4 now!

Se questo articolo ti è piaciuto o ti è stato d’aiuto, lascia un commento o condividilo con i tuoi amici

👇🏻 👇🏻 👇🏻 👇🏻 👇🏻 👇🏻 👇🏻

Lascia un commento