Lettura: 6 minuti

Oggi voliano nell’Aloha State cioè alle Hawaii, e più precisamente a Oahu, isola dell’arcipelago hawaiano che ospita la capitale, Honolulu. Qui mare, sole, vulcani, ghirlande di fiori e storia sono racchiuse in un minuscolo puntino del mappamondo nell’Oceano Pacifico.

Trasferimento dall’aeroporto

Prima cosa da sapere all’arrivo alle Hawaii, quando atterri a Honolulu, è questa: o ti sei organizzato da casa e hai prenotato un transfer che ti viene a prendere all’aeroporto e ti accoglie con il tipico benvenuto hawaiano, quello  nell’immaginario di tutti, con le ghirlande fiorite da mettere al collo e il sorridente saluto “Aloha”, altrimenti chiami un taxi come da qualsiasi altra parte!

Il nostro alloggio

Noi alloggiavamo al 30 piano (su 31) della famosissima Rainbow Tower, del Hilton Hawaiian Village Waikiki Beach Resort che affaccia proprio Waikiki Beach: una vista meravigliosa… se non fosse che la nostra stanza dava sul retro!!! Battute a parte, il fronte mare era fuori dalla nostra portata per cui ci siamo “accontentati” di una suite con vista laterale! È da specificare che era il nostro viaggio di nozze, per cui abbiamo cercato di non farci mancare nulla!

Rainbow Tower
Rainbow Tower

Cosa vedere a Oahu

La prima cosa che abbiamo notato una volta atterrati sull’isola è stato lo stile (vecchio) anni ’70 di edifici, alberghi e centri commerciali. Sembra che si siano fermati ai loro anni d’oro! Per fortuna gli interni, invece, sono tutti stati ristrutturati (o almeno quelli che abbiamo visto noi). Ma veniamo alle cose interessanti.

Spiagge

Sicuramente la spiaggia più famosa è Waikiki Beach e per questo anche la più affollata, ma se avrete la possibilità di partecipare ai mille mila tour organizzati dagli alberghi in collaborazione con Kualoa Ranch, ne potrete vedere davvero di meravigliose e molto più tranquille!

Una fra tutte è la Hanauma Bay, spiaggia che ci ha permesso di fare del sano snorkeling (nuotare in superficie con maschera e boccaglio) per poter vedere un sacco di pesci colorati.

Hanauma Bay
Hanauma Bay

Ok, dai vi menziono anche Kailua Beach Park! Perché la spiaggia di Kailua ha una sabbia bianchissima ed è stata più volte decretata spiaggia più bella del mondo!

Kailua Beach Park
Kailua Beach Park

E ormai che ci sono, nomino anche Makaha Beach una delle spiagge meno prese d’assalto dal turismo di massa e più visitate dagli abitanti dell’isola di Oahu.

Attrazioni naturalistiche

L’isola offre molto e le proposte sono varie: noi abbiamo partecipato ad un tour completo dell’isola alla ricerca dei luoghi dove sono state girate le scene di film come Jurassic Park o le serie televisive Magnum PI, Lost o la più recente Hawaii Five-O, in cui vengono riprese le iconiche catene montuose hawaiane.

Location di film a Oahu
Le famose catene montuose dei film

Hoomaluhia Botanical Garden chiamato anche “rifugio pacifico”. Inaugurato nel 1982, questo giardino presenta piantagioni provenienti dalle principali regioni tropicali di tutto il mondo: Filippine, Malesia, America tropicale, India e Sri Lanka, Melanesia, Hawaii, Polinesia e Africa. Il Giardino è stato progettato e costruito dal Corpo degli Ingegneri dell’Esercito degli Stati Uniti.

Visitare la Dole Plantation, piantagione di ananas dell’azienda Dole famosa in tutto il mondo per i suoi dolci e succosi ananas.

Si può scalare uno dei vulcani delle Hawaii, il Diamond Head per raggiungere il bordo del cratere e vedere Oahu in tutta la sua bellezza.

Storia e cultura

Il Polynesian Cultural Center è il più importante centro culturale dove si ha l’opportunità di approfondire la cultura polinesiana. Si trova nella città di Laie, nel nord dell’isola di Oahu.

L’isola ha risentito molto dell’influenza del vicino Giappone e prima che scoppiasse la guerra le etnie convivevano pacificamente; è infatti possibile visitare il bellissimo tempio giapponese di Byodo-In, con al suo interno un Buddha dorato enorme, immerso in un tipico giardino con laghetti, ninfee e famelici pesci gatto e piccole tettoie/pergolati che custodivano campane commemorative.

Tempio Byodo-In
Tempio Byodo-In

Oppure è possibile farsi rapire il cuore da Pearl Harbor. Lì troverete un museo, il Memoriale USS Arizona e potrete salire sulla USS Missuri, una nave facente parte della corazzata della marina militare americana, che è stata lasciata attraccata al porto per ricordare l’attacco che il Giappone sferrò agli Stati Uniti nel 1941.

Memoriale USS Arizona Oahu
Memoriale USS Arizona Oahu

Infine non perdetevi la splendida la vista del tramonto dal porto e dalla spiaggia, ma attenzione perché nelle giornate di alta marea, non è possibile passeggiare lungo la pedonale per ammirare il calare del sole, perché viene completamente innondata dalle onde.

Tramonto sul porto di Honolulu
Tramonto sul porto di Honolulu

Cosa e dove mangiare sull’isola di Oahu

Tutto dipende dal budget, ovviamente! Le Hawaii sono la patria delle Pòke e del Huli Huli Chicken, pollo alla brace con salsa dolce di soia, zucchero di canna (di provenienza autoctona per le piantagioni di canna da zucchero presenti nell’isola), zenzero, frutta!

Dall’Italia non ci è stato possibile optare per la colazione inclusa nel costo della camera come di solito siamo abituati a fare. Ci siamo così concessi una colazione degna di un re all’hotel Hilton: 25 dollari a testa (che non sono pochi) meritati fino all’ultimo centesimo! Colazione a buffet super abbondante, varia e dalla qualità eccellente! Ci siamo alzati dal tavolo rotolando!!!

Per trovare qualcosa di più conveniente basta spostarsi un po’ nell’entroterra. Alle spalle del porto si trova un centro commerciale con i classici fast food o i take away o lungo le vie del centro è possibile trovare qualche ristorantino tipico.

Hawaii e souvenir

Vuoi andare via dalle Hawaii senza un souvenir? Ma quando mai! Tra i negozi dislocati tra gli alberghi e quelli in centro città ci sarà l’imbarazzo della scelta: calamite, ghirlande di fiori, ventagli, parei, borse e/o oggettistica di artigianato locale.

Le nostre conclusioni sull’isola di Oahu

Le Hawaii  restano il sogno americano (e non solo!), patria di surfisti (soprattutto lungo il tratto costiero di North Shore) e dove gli abitanti sembrano usciti dal film di animazione Disney Kilo e Stich!

C’è una diatriba accesa tra gli amanti e i detrattori delle Hawaii. Secondo noi non fermatevi alla prima impressione, perché le Isole Hawaii hanno davvero una bellezza indescrivibile, ecco perché per il nostro decimo anniversario abbiamo già deciso di tornarci.

Questa volta non ci fermeremo solo ad Oahu, ma ci organizzeremo per visitare anche le altre isole dell’arcipelago che a detta di chi ci è già stato, sono più selvagge, meno frequentate e più incontaminate. Dopo la grandiosa esperienza vissuta in Islanda in cui abbiamo assistito all’eruzione di un vulcano a pochi passi da noi, ci piacerebbe visitare il Parco Nazionale dei Vulcani sull’isola di Hawaii, per esempio. Oppure percorrere le strade panoramiche di Maui, tra cui la Road to Hana, definita la più bella al mondo!

Sicuramente ci faremo guidare dalle indicazioni del sito ufficiale dell’ Aloha State: Gohawaii.com e organizzeremo qualcosa di più low cost.

E voi, in quale isola dell’arcipelago delle Hawaii andreste, o siete stati?

…ciao for now!

Lascia un commento