Lettura: 3 minuti

A che ora volare in Mongolfiera a Dubai

Nel deserto si vola solitamente all’alba; così quella mattina alle 5:30 avevamo il pulmino che ci attendeva fuori dall’hotel per portarci, in meno di un’ora, tra le dune del deserto.

Immagine illustrativa
sorvolando il deserto di Dubai in mongolfiera

Mongolfiera: istruzioni per l’uso

Facciamo l’errore di uscire solo in felpa e così battiamo i denti dal freddo mentre ci godiamo lo spettacolo delle fiammate di aria calda che iniziano a gonfiare, nel buio completo, il gigantesco involucro colorato.

Nel frattempo il comandante ci tiene una breve lezione sul comportamento da tenere in volo e soprattutto sulla posizione da assumere in fase di atterraggio.

Non appena la mongolfiera è in posizione verticale riceviamo l’ok per saltare dentro e poi, dopo qualche ulteriore fiammata (che ci aiuta a scaldarci un po’!) si vola!!!

Il sole sta per sorgere mentre ci alziamo fino a 1000 metri circa, iniziando la nostra avventura nei cieli! Per me che soffro di vertigini non era forse la migliore idea del mondo, ma anche per superare le proprie paure abbiamo deciso di rischiare e… con grande sorpresa possiamo dire che la cesta della mongolfiera era estremamente stabile e durante tutto il volo non ci sono mai stati scossoni o movimenti strani che potessero spaventarci.

Spettacolo di falconeria

Una volta in quota inizia lo spettacolo con il falconiere, che libera il bellissimo rapace per un volo intorno a noi, raccontandoci nel frattempo qualche curiosità su questo animale che è considerato sacro negli Emirati. 

Il sole inizia ad alzarsi all’orizzonte ed è il momento di scattare qualche foto, mentre dopo circa mezz’ora ci abbassiamo di quota gradualmente fino a 300 metri circa.

La mongolfiera non è ovviamente un aeroplano e il comandante è in constante contatto con i colleghi a terra per analizzare la rotta in base al vento e identificare un punto di atterraggio che non sia in zone precluse come proprietà private o particolari riserve.

Da una minore altitudine possiamo vedere qualche animale che corre tra le dune mentre ci godiamo una luce meravigliosa e un silenzio surreale. 

L’atterraggio

Ad un’ora dal decollo è tempo di prepararsi all’atterraggio: il comandante sceglie una duna amica dove appoggiarsi e scendiamo finché non tocchiamo la sabbia, strisciando per qualche metro ma senza ribaltarci (può capitare).

L’equipaggio di terra era già sul posto e in pochi minuti smontano la mongolfiera, mentre noi saliamo su una jeep che ci porta in un centro di raccolta poco distante.

immagine illustrativa

Villaggio beduino

Da qui iniziamo la seconda parte dell’escursione: ci sono delle coloratissime land rover vintage che ci aspettano per una corsa tra le dune verso il villaggio beduino dove ci attende una deliziosa colazione!

Veniamo accolti dal tradizionale rito del lavaggio delle mani e da un ottimo caffè arabo con datteri.

Siamo poi liberi di fare colazione e goderci questo villaggio in mezzo al deserto prima di fare rientro a Dubai. 

Una mattinata davvero speciale!

immagine illustrativa
alle porte del villaggio beduino

 

…See ya & ciao for now!

Lascia un commento