Lettura: 3 minuti

La Death Valley è famosa come il luogo più caldo della terra e il luogo più arido del Nord America. In quest’articolo spieghiamo il perché questa zona della terra sia così calda e secca.

Le temperature della Death Valley

La temperatura dell’aria più alta è stata registrata a Furnace Creek il 10 luglio 1913. Con 134 ° F (57 ° C) è stato un record mondiale. Le temperature estive spesso superano i 120° F (49° C) all’ombra con minime notturne che scendono a 90° F (30 ° C). Le precipitazioni medie sono inferiori a 2 pollici (5 cm), una frazione di ciò che in genere ricevono la maggior parte dei deserti. Temporali occasionali, soprattutto a fine estate, possono causare inondazioni improvvise.

In contrasto con gli estremi dell’estate, l’inverno e la primavera sono molto piacevoli. Le temperature invernali diurne sono miti nelle basse altitudini, con notti fresche che solo occasionalmente raggiungono lo zero. Anche le zone in quota più alta sono più fresche rispetto a quelle della valle. Le temperature scendono da 3 a 5° F (da 2 a 3° C) ogni mille piedi verticali (circa 300 m). Normalmente nella Death Valley il cielo è soleggiato, ma le tempeste invernali e i monsoni estivi possono portare copertura nuvolosa e pioggia. Il vento è comune nel deserto, soprattutto in primavera e le tempeste di polvere possono esplodere improvvisamente con l’avvicinarsi di fronti freddi.

Perché il clima della Death Valley è così secco?

Le tempeste invernali che si spostano nell’entroterra dall’Oceano Pacifico devono passare sulle catene montuose per continuare verso est. Quando le nuvole si alzano, si raffreddano e l’umidità si condensa per cadere sotto forma di pioggia o neve sul lato occidentale delle catene montuose. Quando le nuvole raggiungono il lato est della montagna, non hanno più la stessa quantità di umidità disponibile, creando un “ombrellone” secco. Quattro principali catene montuose si trovano tra la Death Valley e l’oceano, ognuna delle quali si aggiunge a un effetto di ombreggiatura sempre più secco.

Death Valley
Death Valley

Perché fa così caldo nella Valle della Morte?

La profondità e la forma della Death Valley influenzano le sue temperature estive. La valle è un bacino lungo e stretto a 282 piedi (86 m) sotto il livello del mare, ma è circondato da alte e ripide catene montuose. L’aria limpida e secca e la scarsa copertura vegetale consentono alla luce solare di riscaldare la superficie del deserto. Il calore si irradia indietro dalle rocce e dal suolo, quindi rimane intrappolato nelle profondità della valle. Le notti estive forniscono poco sollievo poiché i minimi notturni possono scendere solo nell’intervallo da 85 ° F a 95 ° F (da 30 ° C a 35 ° C). L’aria calda sale, ma è intrappolata dalle alte pareti della valle, viene raffreddata e riciclata di nuovo nel fondovalle. Queste sacche di aria discendente sono solo leggermente più fresche dell’aria calda circostante. Man mano che scendono, vengono compressi e riscaldati ancora di più dalla pressione dell’aria a bassa elevazione e queste masse in movimento di aria surriscaldata attraversano la valle creando temperature estremamente elevate.

Ora che sapete il perché fai così caldo nella Valle della Morte, potrebbe esservi utile conoscere alcune informazioni per organizzare al meglio la vostra visita nella Death Valley. Ma questo ve lo raccontiamo nel prossimo articolo!

…ciao 4 now!

Lascia un commento