Negli anni ’60 i Dik Dik cantavano “Sognando la California”. E se vi dicessi che una California si trovava al tempo anche a Gosaldo in provincia di Belluno? Assurdo vero? Scopriamola insieme!

Giulia Bean e Coda
Ciao, sono Giulia Bean e questo è il mio blog in cui scrivo di Stati Uniti e Islanda, ma anche di borghi fantasma, mete Far West e viaggi pet friendly!
Durante gli on the road organizzati con il mio socio occulto ho imparato sempre qualcosa di nuovo.
Per esempio che California non è solo il nome di uno stato americano, ma anche quello di una città fantasma, (o quel che ne resta) in provincia di Belluno, spazzata via dall’alluvione del 1966.
Scoprite chi sono e seguite le mie avventure anche su Instagram e Facebook!

La storia di California di Gosaldo

Gosaldo è un piccolo paese dell’agordino, un borgo montano nella provincia di Belluno. Si trova nella Valle del Mis, a metà strada tra Agordo e Fiera di Primiero ed è anche raggiungile da Sedico. Nel 1800 questa vallata era famosa per le miniere, soprattutto di mercurio, di ottima qualità, tra le migliori in Europa. Leggenda narra che un emigrante di ritorno dagli Stati Uniti diede il nome California all’osteria del posto; tale nome venne in seguito utilizzato per l’intero insediamento che andò sviluppandosi nei dintorni. Si visse anche qui la febbre della corsa all’oro, nella California veneta.

La natura si riappropria di California
La natura si riappropria di California

La zona conobbe un secolo di rapida crescita dell’attività estrattiva, con fornaci e impianti di rilievo per la storia della siderurgia. L’accesso alla valle non era certo semplice, ma dagli anni ’20 del 1900 l’apertura di nuove strade e gallerie diedero ulteriore impulso allo sviluppo di California, che arrivò ad avere 150 abitanti.

California di Gosaldo
California di Gosaldo

Negli anni ’50 California era un posto alla moda e molto rinomato. La vecchia osteria fu trasformata in un albergo con ristorante e sala da ballo; nei fine settimana i giovani arrivavano da tutta la provincia. Ci furono feste, matrimoni e questo fu inoltre il primo luogo nella zona ad avere un televisore, nel 1954. California di Gosaldo aveva anche delle linee di bus con un termine corsa proprio in paese.

California di Goslado la città fantasma
California di Goslado la città fantasma

L’ambiente circostante soffrì tuttavia dell’eccessivo sfruttamento: inquinamento, piogge acide, disboscamento. Effetti collaterali dell’attività mineraria intensa che privilegiò il rapido guadagno allo sviluppo sostenibile. La natura si sarebbe vendicata e il sogno americano svanito.

La fine di California di Gosalto

Mentre nell’ottobre del ’66 “Sognando la California” dei Dik Dik entrava nella hit parade, il 4 novembre un’alluvione spazzo via per sempre la California di Gosaldo. Costruire un insediamento alla confluenza di due corsi d’acqua non è mai stata una buona idea, ma la storia ci insegna che non sempre impariamo dai nostri errori. Il paese infatti, già un secolo prima, venne gravemente danneggiato da un evento simile. Qui le montagne fanno paura e la forza dell’acqua può essere devastante. Solo tre anni prima, nell’ottobre del 1963, la provincia di Belluno fu segnata indelebilmente dalla tragedia del Vajont.

In una notte terribile, che ancora oggi alcuni abitanti del luogo ricordano vividamente, dell’intera vallata rimase praticamente nulla. A Longarone come a California, le persone sfollarono nei paesi vicini. Purtroppo però per California, i danni furono tali da impedire a chiunque di tornare nella zona.

Da allora, di quella California italiana, rimangono solo il sogno e i ricordi dei superstiti. Da borgo minerario a borgo fantasma nel giro di una notte.

Cartello commemorativo per il cinquantesimo anniversario dell'alluvione del 1966
Cartello commemorativo per il cinquantesimo anniversario dell’alluvione del 1966

California di Gosaldo: come arrivare

Ci troviamo in provincia di Belluno. In auto dalla vicina valle del Mis seguire la strada provinciale 2 verso nord finché vedrete sulla sinistra un piccolo ponte sul fiume. Se invece arrivate da Agordo, il ponte sarà ovviamente sulla destra. Un cartello indica “ex California” a 1,5km. Seguite la strada fino al parcheggio e poi proseguite a piedi, all’inizio lungo il fiume, poi attraversandolo. Il percorso è segnato.

California di Gosaldo la storia
California di Gosaldo la storia

Cosa fare nella zona di Gosaldo

L’area di California e le miniere di Vallalta, oggi parte del Parco Nazionale delle Dolomiti Bellunesi, sono state oggetto di diversi interventi di recupero negli ultimi anni. Sono stati resi fruibili sentieri e percorsi storici che aiutano a tenere viva la memoria di questi luoghi. Si possono visitare ruderi, gallerie, vecchie strade, boschi e molto altro, tutto grazie agli itinerari ben descritti nel sito www.agordinodolomiti.it al quale vi rimando per i dettagli. Nelle vicinanze vi segnalo i piani eterni per una piacevole escursione in luoghi incontaminati, se amate le lunghe camminate in montagna.

Di California rimane molto poco, solamente alcuni ruderi abbastanza difficili da apprezzare. La natura infatti si sta riappropriando della zona da decenni: piante e arbusti hanno ricoperto gran parte di quello che fu. Dal comodo e ampio parcheggio, bisogna attraversare il fiume per raggiungere ciò che rimane di California di Gosaldo. Durante la nostra visita la passerella era ridotta ad un tronco con una corda, ma dovrebbe essere stata rimessa a nuovo.

Torrente del Mis a Gosaldo
Torrente del Mis

Il fiume si presta, almeno in estate, a un bel pranzo al sacco in mezzo alla natura, circondati dalle montagne e dal rumore dell’acqua. Questa vallata ha una storia molto interessante che merita di essere approfondita nei percorsi storici della zona. Se pianificate una visita, vi consigliamo una sosta anche al Lago del Mis, per gli oramai famosi (grazie a internet) Cadini del Brenton.

“On a winter’s day / I’d be safe and warm / If I was in L.A.”

(in un giorno d’inverno / starei al caldo e al sicuro / se fossi a Los Angeles).

Così recita la versione originale di Sognando la California, ovvero California Dreamin’ dei Mamas & Papas. Sicuramente anche per i vecchi abitanti di Gosaldo, la California italiana, sarebbe stato meglio trovarsi altrove quella notte.

Visitereste mai una città fantasma?  Se siete appassionati di questo argomento, vi segnaliamo anche un altro paese fantasma, con una storia diversa: quello di Fumegai, sempre in provincia di Belluno.

Tornate a trovarmi nel blog ogni volta avete bisogno di ispirazione e cercatemi su Facebook o Instagram per quattro chiacchiere in real time!

Ciao 4 now!

Se questo articolo ti è piaciuto o ti è stato d’aiuto, lascia un commento o condividilo con i tuoi amici

👇🏻 👇🏻 👇🏻 👇🏻 👇🏻 👇🏻 👇🏻

Lascia un commento