Lettura: 3 minuti

Decidiamo di dedicare la giornata alla visita della capitale, Reykjavik.

Lungo il tragitto ci fermiamo alla bellissima Seljandsfoss, una cascata che ha la particolarità di avere un sentiero che permette di girare intorno al getto d’acqua, addentrandosi nel cuore della cascata stessa.

La strada scorre poi veloce, mentre il paesaggio diviene via via sempre più urbano e abbiamo la sensazione di uscire da un sogno e tornare nella realtà!

Reykjavik

La capitale ci accoglie con il suo ordine e la disciplina dei suoi abitanti, troviamo un parcheggio a due passi dal centro cittadino senza difficoltà. Il cielo è terso e fa piuttosto freddo, tuttavia camminiamo volentieri in questa piccola città che però sembra enorme dopo 10 giorni di (quasi) nulla assoluto.Intorno a noi i rumori dei numerosi cantieri che stanno dando un nuovo volto alla città: il boom del turismo sostiene gli investimenti in moderni palazzi e opere pubbliche che daranno un nuovo volto alla città.

foto illustrativa
Reykjavik e l’arte

 

Esploriamo le viuzze del centro che spesso nascondono qualche sorpresa come negozi vintage, case colorate e murales. Ci sono inoltre moltissimi locali veramente interessanti, noi abbiamo scelto il Café Babalù per gustare un’ottima cioccolata calda e dolci deliziosi! 

Questo luogo è molto originale, in quanto vi sembrerà di entrare a casa di un vostro amico: l’arredamento e gli oggetti più disparati presenti ovunque vi faranno sentire in un ambiente caloroso e familiare!

Troverete libri, giochi in scatola, cartoline, fotografie, messaggi da ogni parte del mondo, giocattoli vintage e tantissime altre cose simpatiche e divertenti!  

Terminata la sostanziosa merenda, proseguiamo verso l’Harpa Center, dall’incantevole rivestimento in vetro che genera riflessi e giochi di luce sempre nuovi.

All’interno abbiamo assistito ad un breve film sullo spettacolo della natura islandese: il filmato era proiettato sulle quattro pareti che ci circondavano e sul soffitto, rendendo l’esperienza veramente originale e coinvolgente!

foto illustrativa
Harpa Center

 

Immancabile anche una visita alla Sun Voyager, la scultura di metallo che rappresenta un’antica nave vichinga che si trova sul lungomare della città.  

Ritornando verso il centro ci siamo diretti alla Hallgrimskirkja, l’iconica chiesa in cemento dall’affascinante architettura.

Al suo interno un bellissimo organo e soprattutto la possibilità di salire sulla torre panoramica ed avere una visuale a 360 gradi su Reykjavik e sull’area circostante. 

Tantissima scelta anche per il pranzo: noi abbiamo optato per un ristorante danese dove siamo rimasti molto soddisfatti!

foto illustrativa
Reykjavik a 360 gradi

 

La città offre inoltre numerosissimi musei di tutti i tipi; noi, vista la bella giornata di sole, abbiamo camminato tutto il pomeriggio per le vie del centro visitando numerosi negozi di souvenir e artigianato locale. Eravamo oramai alla fine della nostra vacanza ed era tempo di dedicarsi alla ricerca di qualche regalo per amici e parenti!

La città è veramente bella e merita sicuramente almeno una giornata intera per essere apprezzata appieno; se vi soggiornate, avrete inoltre la fortuna di poter scegliere tra moltissimi locali che renderanno la vostra visita ancora più piacevole!

Lascia un commento